fbpx
Icona Educazione finanziaria

Educazione finanziaria

Comprare casa, organizzare gli studi dei figli, decidere una spesa o un investimento considerevoli, garantirsi un tenore di vita consono nella terza età: sono tutte situazioni che chiamano in causa la capacità di impiegare in modo corretto il proprio patrimonio monetario.
Saperne di materie finanziarie è dunque un’esigenza strategica e indispensabile almeno quanto saper leggere e scrivere, considerato il loro impatto pratico sulla vita, a breve e a lungo termine.

 

 

In Italia, rispetto a una media OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) del 62%, solo il 30% della popolazione possiede un’alfabetizzazione finanziaria di base, con evidenti disparità di genere, incarico professionale e appartenenza territoriale.
Stando poi agli ultimi dati OCSE Pisa, meno del 50% di studentesse e studenti è in grado di svolgere compiti finanziari minimamente complessi, e quasi una studentessa o uno studente su cinque manca delle competenze elementari per prendere decisioni finanziarie responsabili e informate.

 

Un ritardo tanto più preoccupante quanto più i sistemi di pagamento si digitalizzano, il denaro si smaterializza e i mercati operano su scala globale, rendendo la Rete luogo privilegiato per truffe di ogni tipo.

 

All’esigenza di un’educazione finanziaria di massima si somma, oggi, l’urgenza di dare obiettivi sostenibili al nuovo modello di sviluppo delineato in accordi internazionali importanti come l’Accordo di Parigi sul clima e l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU e sottoscritto da vari Paesi.
Un focus sulla cosiddetta finanza sostenibile orienta gli investimenti verso attività profittevoli, rispettose dell’ambiente e utili alla società sul lungo periodo.

 

Grazie al contributo di Banca d’Italia, Saper(e)Consumare approfondisce il tema, con l’intento di:

  • rendere familiari concetti basici come la pianificazione delle risorse finanziarie, il budget, il risparmio e la gestione delle tasse
  • illustrare i nuovi parametri per la misurazione del benessere collettivo
  • far conoscere gli strumenti di pagamento online, dalle carte ai bonifici, e spiegarne l’uso secondo le diverse esigenze
  • insegnare a investire con consapevolezza sia per aumentare le proprie risorse sia per portare vantaggi alla società e all’ambiente
  • introdurre al concetto di diversificazione degli investimenti: obbligazioni, azioni e/o strumenti di finanza sostenibile
  • spiegare come difendersi dalle insidie della Rete.

 

Link per approfondire

Vuoi partecipare a Saper(e)Consumare?

Approfondirai i temi chiave della cittadinanza attiva e del consumo consapevole.
Ti confronterai con esperte ed esperti.
Tornerai in classe con un kit di strumenti e tante nuove idee.